La principessa indiana e la storia del Taj Mahal

di Barbara Commenta

copertina principessa indianaSapevo a grandi linee che il magnifico Taj Mahal, mausoleo indiano del 1632, era stato costruito da un re innamorato di sua moglie, la preferita tra le tante mogli, che era morta dando alla luce una bambina. Questa meravigliosa opera architettonica è persino diventata una delle sette meraviglie del mondo moderno e fa parte dei beni dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Conoscere però la vita dell’imperatore Shah Jahan, di sua moglie, dei suoi figli, delle concubine, dell’immensa popolazione su cui governava la famiglia reale indiana in quegli anni è, come si suol dire, un altro paio di maniche. La scrittrice Indu Sundaresan, di cui potrete sapere qualcosa in più curiosando nel sito ufficiale, accompagna i lettori in un viaggio stupefacente e suggestivo.

Il romanzo La principessa indiana, infatti, ricostruisce accuratamente quanto accadde nel regno di Shah Jahan dopo la morte della moglie. L’imperatore, sconvolto dal dolore, aveva deciso di abdicare, sebbene fosse appena sopra la trentina, ma nessuno dei suoi figli era in grado di prenderne il posto. Unica figura di riferimento per lui, una figlia, la prediletta, che prese il posto della madre come consigliera, come donna di riferimento per la corte.

La bellezza di questo romanzo sta non solo nella maestria con cui la scrittrice rende plausibili conversazioni e avvenimenti, ma nell’aver ricostruito storicamente un mondo a noi lontanissimo. Usanze, credenze, prassi politiche, diplomazia: il romanzo è un affresco storico che è riuscito a trasportarmi in un’epoca, un luogo e una cultura che mi hanno sempre affascinato.

Naturalmente, è un volume adattissimo per le lunghe e fredde serate autunnali. Un po’ di magia, tanta storia, un po’ d’amore sono davvero rinfrancanti da ottobre in là. Io vi suggerirei di leggerlo insieme a Matrimonio a Bombay, che parla dell’India colonizzata dagli inglesi. Adesso non mi resta che andare a scovare scrittori indiani, come dire, di maggior peso letterario per completare il quadro. Avete suggerimenti?

Roshanara sospirò. La Tomba Luminosa era un’impresa smisurata e in buona parte già realizzata. La terrazza sul fiume e i relativi edifici erano pronti, il Jilaukhana anche e i lavori del Taj Ganj iniziati. Pochi anni ancora e sarebbe stata ultimata in ogni minimo dettaglio. E tutto, pensò, per la mamma. Bapa l’adorava così tanto? Sì… forse, ma, a mano a mano che i lavori proseguivano, aveva dimenticato gli intenti iniziali, pensando più a se stesso e alla gloria che gli sarebbe derivata presso i posteri, anziché alla mamma, che vi giaceva.

Autore: Indu Sundaresan
Titolo: La principessa indiana
Traduzione di Claudia Lionetti
Editore:Sperling & Kupfer
Anno: 2011 edizione economica
Pagine: 384
Prezzo: € 9,50 edizione economica
Versione eBook: € 2,99
ISBN 978886061734

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>