Riscopriamo la poesia con Arthur Rimbaud

di Valentina Cervelli Commenta

riscopriamo poesia arthur rimbaud

N0n è un poeta facile da digerire Arthur Rimbaud, su questo non c’è assolutamente dubbio. Ma è sicuramente uno dei più belli e caratteristici da leggere, ad ogni età. E’ un dato di fatto.  Insieme a Charles Baudelaire e Paul Verlaine è uno dei maggiori esponenti della “casta” dei poeti maledetti. Ed il suo modo di vivere e di concepire la poesia ne ha sempre rappresentato l’impronta.

E il dualismo bravo ragazzo/ scapestrato poeta che si instaura a partire da una certa età che da modo al giovane artista di esplorare la poesia a tutto tondo estrapolandone uno stile totalmente personale ed univoco. Non lo accosterei a Charles Bukowski, ma di sicuro anche in Rimbaud vi è quel mix di genio e sregolatezza che ha contribuito a renderlo un grande della sua epoca. O meglio, un grande per noi. Sebbene non tutta la fama di Rimbaud sia postuma, dobbiamo all’amico ed amante Paul Verlaine la possibilità di poter leggere le sue opere e anche la nascita delle sue migliori poesie. E solo in età contemporanea è stato pienamente apprezzato.

Rimbaud era un libertino, uno scavezzacollo ed una persona di davvero scarsi principi morali. Personalmente ho sempre pensato che potesse essere una conseguenza diretta di un’infanzia strettamente vissuta all’opposto. Questo non toglie nulla però alla magnificenza delle sue opere.” Una stagione all’inferno”, “Memoria”,  gli “Ultimi Versi”. L’atmosfera evocativa di quei versi, accompagnati da una facile comprensione e da un carico emozionale incredibile rendono l’incontro con Arthur Rimbaud “necessario” per qualsiasi persona decida di interessarsi di poesia.  Avere la possibilità poi di leggere i versi in francese rappresenta un plus davvero irrinunciabile.

Sia che si voglia partire da opere specifiche, sia che si decida di leggerne l’opera omnia, consiglio a chiunque dai 14 anni in su di provate a leggere almeno una volta in vita le poesie di Arthur Rimbaud. Non voglio arrivare a considerarle un epifania ma rimangono certamente dei capolavori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>