Recensione di “I love Chanel” di Daniela Farnese

di Valentina Cervelli Commenta

Diciamocela tutta: in una estate calda, stancante per molti versi, un chick lit è necessario concederselo. E con “I love Chanel” di Daniela Farnese ci si può beare di qualche risata e sentimento senza ricorrere per forza ai soliti nomi noti od a una rilettura di ciò che ci è magari piaciuto in passato.

In questo caso specifico parliamo del sequel di “Via Chanel N°5“. Non ho letto questo primo volume, ma devo dire che la lettura di “I Love Chanel” è stata tutt’altro che difficile. E’ questo il bello di questo genere di libri, ed un particolare del tutto sottovalutato dai lettori, che non capiscono che “funzionano” più o meno come le telenovele che ci presentano in tv: da qualsiasi punto inizi ad interessarti della storia non vi sono problemi di sorta, alla fine il bandolo della matassa si scioglie sempre. Questa è l’impressione che ho avuto leggendo il libro: ovvero quella che non mi servisse di conoscere il prequel per proseguire tranquilla. Avete presente quei rari impulsi all’acquisto che ti prendono quando leggi il frontespizio o vedi la copertina (per me molto rari) ? Ecco ho seguito esattamente quella sensazione e non me ne sono affatto pentita.

Daniela Farnese ha una buona capacità di scrittura, ed il suo stile rende la lettura molto semplice e scorrevole.  La trama è onestamente abbastanza inflazionata, ma alla fine funziona, senza eccessive problematiche. Soprattutto perché alla fine non è solo la vita amorosa della protagonista ad essere trattata doverosamente, ma anche ogni suo tentativo di farcela da sola nella vita. E scusatemi se vi sembrerò dannatamente romantica, ma ci vuole anche questo per far sentire viva una donna. Quindi, nonostante qualche sbavatura riscontrabile qua e là, “I love Chanel” di Daniela Farnese è un libro che deve e può essere letto da chiunque voglia gustarsi insieme un attimo di calma, tenerezza e tensione, ma quella buona però.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>