Raffaele Sollecito: esce il 18 settembre “Honor bound”

di Valentina Cervelli Commenta

Esce il 18 settembre negli Stati Uniti “Honor Bound”, il libro nel quale Raffaele Sollecito ripercorre il caso giudiziario del quale si è trovato ad essere protagonista: quello della morte della studentessa inglese a Perugia Meredith Kercher. E mentre si attendono notizie sulla biografia scritta da Amanda Knox, possiamo iniziare a parlare degli stralci di questa opera prima.

Al momento ad averlo letto in anteprima è l’agenzia Associated Press, che ne ha condiviso i contenuti con il resto del mondo. Per ciò che riguarda la notte dell’omicidio, Raffaele Sollecito ammette di ricordare poco. La motivazione? Lui ed Amanda Knox avevano fumato marijuana. Nel libro vengono ripercorse le incomprensioni tra i due ragazzi, quello che il ragazzo provò nell’essere dipinto come un assassino dai giornali. Ed ancora i commenti su Amanda da parte della stampa, e quei giorni così particolari, prima dell’arresto, dove  venivano ripresi dalle videocamere non consci che questo accadesse.

Raffaele Sollecito, all’interno di questa sua autobiografia critica in modo sostanziale la polizia per come ha gestito il caso. E trova una spiegazione al tutto: il furto finito male commesso da Rudy Guede, il terzo imputato dell’omicidio, condannato dopo un patteggiamento. C’è spazio però anche per note più personali, ovvero per il rapporto con Amanda, di come si siano conosciuti ad un concerto di musica classica una settimana prima dell’omicidio, di come si siano dati appuntamento quella sera stessa e di come divennero inseparabili dopo quella prima notte che trascorsero insieme.

Molto interessante, a quanto pare, anche il racconto della prima notte in carcere. Raffaele Sollecito racconta che provava un misto di senso di colpa ed indignazione. Ed era soprattutto arrabbiato con se stesso per il fatto di avere ricordi confusi della notte dell’omicidio a causa della marijuana consumata. Sarà curioso, la prossima primavera, poter confrontare le due versioni della vicenda espresse da altrettanti libri con l’uscita della biografia di Amanda.

Photo Credit |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>