Premio Strega 2011: vince Edoardo Nesi

di Valentina Cervelli 3

E’ Edoardo Nesi il vincitore della 65esima edizione del premio Strega, raccogliendo ben 138 preferenze per il suo lavoro “Storia della mia Gente”. Si tratta di una vittoria certa, palese già a metà scrutinio, nella quale è apparso subito il distacco di preferenze dello scrittore dagli altri autori, tra i quali spiccano Bruno Arpaia e Mariapia Veladiano, considerati nei mesi scorsi i favoriti.

Lo spoglio dei voti è stato presieduto da Antonio Pennacchi, vincitore dello scorso anno. Con la vittoria di questo specifico autore, edito dalla Bompiani,  si interrompe in questo modo la fortunata serie che negli scorsi anni ha visto la Mondadori essere la casa editrice più premiata in merito ai suoi “protetti”. La gioia di Nesi per il risultato è stata ovvia e palesata senza peli sulla lingua:

Questo  premio non va a me, ma a tutti quelli di cui parlo nel mio libro e alla mia città: Prato.C’è un certo piacere a rompere il monopolio della Mondadori. Era arrivato il momento.

Negli ultimi quattro anni infatti, come vi avevamo anticipato, è stata la Mondadori a trionfare nell’ambito premio, rispettivamente con Niccolo’ Ammaniti, Paolo Giordano, Tiziano Scarpa e Antonio Pennacchi.  Quest’utimo è stato tra l’altro anche il sostenitore della candidatura al premio di “Storia della mia gente”.

Edoardo Nesi era considerato da tutti l’outsider di questa edizione. E come talvolta accade nelle favole, alla fine “la cenerentola della situazione diventa regina”. Edoardo Nesi non è solamente uno scrittore di talento, ma è tra le altre cose socio fondatore della Fandango Libri.

Storia della mia gente narra la storia, quasi autobiografica, di una prato invasa dai cinesi e sulla “illusione perduta” del benessere italiano, in particolare su ciò che è accaduto al mercato tessile della zona.  Valletta speciale della premiazione, la scrittrice Melissa Panarello,  chiamata a scrivere le votazioni sulla storica lavagna.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>