Il Museo di Charles Dickens riapre al pubblico

di isayblog4 Commenta

Il 2012 è stato il duecentesimo anniversario della sua nascita e, proprio alla fine di questo anno solare, il Museo di Charles Dickens ha visto una nuova riapertura, un evento pubblico celebrato a seguito di un lungo periodo di restaurazione che ha restituito alla casa dello scrittore una casa finalmente curata e pronta ad accogliere i nuovi turisti.

Il Museo di Charles Dickens ha potuto riaprire i battenti grazie a un importante intervento di ristrutturazione che ha visto l’impiego di ben oltre tre milioni di sterline, una somma ingente di denaro che, considerando i tempi di crisi, ha dato un ottimo segnale al settore culturale inglese.

La casa museo di Dickens, sita a Bloomsbury, nella Londra centrale, ha ospitato lo scrittore dal 1837 al 1839, un biennio importante nella vita dello scrittore che, in soli due anni, ha concepito opere come Oliver Twist, Il Circolo Pickwick e Nicholas Nickleby.

All’interno della casa museo dello scrittore, tutti i turisti potranno ammirare molti reperti originali dello scrittore: tra questi, sono esposti al pubblico la licenza di matrimonio ufficiale dell’unione con Catherine Hogarth, sposata il 2 aprile 1836. Nella casa è inoltre esposta la scrivania di scrittura e quella dedicata alla lettura dello scrittore, la sala da pranzo, sede di banchetti e incontri con alcune delle penne più fervide dell’Inghilterra del XIX secolo e i documenti ufficiali scritti e firmati dallo scrittore. Ampio spazio è dedicato anche alle rappresentazioni teatrali e quelle cinematografiche moderne tra cui anche Great Expectations di cui si possono ammirare i costumi originali usati sul set dagli attori del film.

La casa museo di Charles Dickens ospita uno spazio caffetteria per tutti i turisti che vogliano fermarsi all’interno dello stabilimento per sorseggiare un gustoso aperitivo e una sala in cui gli studenti potranno assistere agli eventi letterari in programma durante il corso del nuovo anno.

Photo Credits | HuffingtonPost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>