La mia settimana con Marilyn, i diari di Colin Clark

di Valentina Cervelli Commenta

mia settimana marilyn diari colin clarkVenerdì prossimo uscirà nelle sale italiane il film “Marilyn” nel quale verranno ripercorse parti della vita e della carriera dell’attrice. Presentato lo scorso novembre al Festival internazionale del Film di Roma, la pellicola promette intrattenimento puro. Per l’occasione la Mondadori ha messo in vendita nella collana degli Oscar Mondadori, i diari originali dal quale il film è stato estratto, sotto il titolo “La mia settimana con Marilyn”.

Questi testi sono stati scritti da Colin Clark, il giovane che accompagnò l’esuberante attrice nel corso della settimana di libertà prevista dal lavoro sul set della pellicola “Il principe e la ballerina” di Laurence Olivier. Il ritratto che ne esce dell’attrice è appassionato e davvero particolare. E per capire fino a che punto bisogna fare una mini-biografia dell’autore. Parliamo, infatti, di un ragazzo che a quei tempi era un fresco studente uscito da scuole tipo Eton e Oxford e che si trovava a lavorare come assistente al guardaroba sul set del film di Sir Laurence Olivier, un vero e proprio mito del cinema.

Marilyn Monroe a quei tempi era fresca di nozze con Arthur Miller. A Colin venne dato l’incarico di far compagnia all’attrice dopo la partenza del marito.  I diari riportano il racconto di quella settimana passata insieme dai due, nella più platonica delle amicizie, ma che rappresentò un’esperienza davvero importante per entrambi. In quel breve tempo Colin Clark riuscì a condividere le più intime confidenze della Monroe.

Un rapporto davvero molto bello, punteggiato di fiducia ed affetto, dal quale esce un ritratto davvero tenue di questa attrice, sempre un po’ bistrattata dalla critica e vista come una “svampita” da molti.  Per quanto “osteggiata”  talvolta in vita, Marilyn è stata in grado di conquistare l’immortalità una volta deceduta. Sia con i suoi film allegri e spensierati, sia con una morte ancora lungi dall’essere spiegata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>