Mauro Rostagno: libro verità della figlia Maddalena

di Valentina Cervelli Commenta

 Il nome di Mauro Rostagno sicuramente stimola in voi ricordi di un giornalismo importante, d’inchiesta, finito nel sangue. Ventitré anni fa infatti l’uomo fu ucciso. In molti pensarono ad un delitto di mafia, ma chissà per quale motivazione la pista non venne perseguita a dovere. Ufficialmente si parlò di un delitto passionale. Ora la figlia Maddalena, attraverso il libro “Il suono di una sola mano. Storia di mio padre Mauro Rostagno”, vuole riaprire pubblicamente il caso.

Il volume, scritto da Maddalena  Rostagno insieme ad Andrea Gentile , viene distribuito attraverso le edizioni Il Saggiatore.  E’ interessante leggere almeno una parte della prefazione che Michele Serra ha scritto al libro, perché in grado di dare, con brevi accenni, una caratterizzazione di chi era Mauro Rostagno anche per le nuove generazioni che non lo conoscono:

”La lotta alla mafia è gioia di vivere”, sosteneva Rostagno, ”soprattutto per questo il sociologo venne ucciso perché’ la mafia odia chi è cosi sfacciatamente migliore di lei”.

Maddalena vuole aprire nuovamente i riflettori sull’omicidio del padre e lo fa ricostruendo in maniera minuziosa la sua vita, partendo dalla sua militanza politica fino ad arrivare alla accusa di omicidio nei confronti di Chicca Roveri, compagna di Rostagno, finita in carcere nel luglio del 1996 per il delitto. Una “verità” che Maddalena Rostagno non riconosce. Perché secondo lei la pista mafiosa è stata “frettolosamente abbandonata” per far apparire tutto “un delitto di corna”.

A sconvolgere, soprattutto, come dopo la chiusura del processo, le denunce fatte dal padre sembrano sparire del tutto: l’attenzione cala, e le parole tacciono.

Spiega la donna:

Per anni ho cercato di dimenticare, non ho letto le carte giudiziarie e ho chiuso gli occhi L’unica cosa che volevo non potevo riaverla.

E’ grazie a don Ciotti ed all’incontro con la comunità Abele che la donna acquista la voglia di far sentire la propria voce: studia le carte processuali, organizza una raccolta di firme, ed ottiene la riapertura del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>