Firelight di Sophie Jordan, recensione

di Barbara Commenta

Ecco un altro fantasy per ragazzi, con mutaforma e storie d’amore, mi sono detta, e ci ho anche ragionato su con una specie di analisi filosofico-antropologica fatta in casa (e pubblicata qualche giorno fa su Libri e Bit).

Poi mi sono decisa a leggerlo, tutto d’un fiato naturalmente. Perché dopo l’inizio stentato, in cui la quarantenne recalcitra perché vorrebbe qualcosa di più, mi sono lasciata prendere dalla storia e soprattutto dalla focosa protagonista.

Jacinda, una sedicenne che ha una gemella identica di nome Tamra, è la prima draki sputafuoco dopo molto, molto tempo. Il clan cui appartiene ne vuole fare una sorta di riproduttrice, che si legherà con il giovane Cassian, futuro maschio alfa.

Per questo motivo, ma anche perché dato il suo carattere indomito il clan vuole darle una punizione esemplare e definitiva, Jacinda viene costretta da sua madre a fuggire. La donna e le due ragazze si trasferiscono in una normale cittadina, in cui la giovane draki dovrà cercare in tutti i modi di non rivelare la sua vera natura.


Difficile però contenersi quando scoppia la passione con Will, che purtroppo appartiene ad una famiglia di cacciatori di draki. I due si nascondono l’un l’altro molti segreti e quando Cassian riapparirà nella vita di Jacinda per riportarla al clan, gli eventi precipiteranno.

Che dire di questo romanzo, se non che non vedo l’ora di leggere gli altri due volumi della trilogia? In realtà più che un fantasy con una storia d’amore questo sembra essere una storia d’amore con tocchi di fantasy.

L’autrice riesce infatti a descrivere perfettamente le sensazioni fisiche ed emotive di Jacinda di fronte alla sua attrazione per Will. Capacità che mi sono spiegata quando ho scoperto che Sophie Jordan è in realtà Sharie Kohler, autrice di romanzi d’amore.

Il romance, il fantasy, i protagonisti mutaforma sono ormai parte dell’immaginario adolescenziale e della narrazione riservata ai giovani adulti. Il filone, in realtà, ha conquistato anche lettrici più grandi, tanto da produrre testi riservati ad un pubblico maggiorenne.

Il che, ovviamente, mi spacca in due: da un lato c’è l’amante dal fantasy puro, un po’ snob, dall’altro la ragazza che si ritrova perfettamente in una protagonista ardente come Jacinda e non può non apprezzare un romanzo che, pur inserendosi in un filone modaiolo, è intelligente e ben scritto.

Se decidete di comprarlo agli adolescenti che popolano la vostra dimora, insomma, sappiate che prima o poi vi ritroverete a leggerlo, con la scusa, beninteso, di verificare che sia adatto alla loro giovane età.

Non riesco a spiegare. Will sa troppo…capisce troppo…non posso venirmene fuori con un alibi ragionevole. Così faccio l’unica cosa che posso per mettere fine alle domande. Prendo il suo viso tra le mani e lo abbasso verso il mio. […] E a quel punto anche lui comincia a baciarmi. […] Combatto con il calore che cresce, le vibrazioni che si gonfiano nel profondo. Poi sento il ronzio in gola, il rumore che solo un draki, non certo un essere umano, può emettere.

Autore: Sophie Jordan
Titolo: Firelight
Traduzione di Luca Fusari
Editore: Piemme
Anno: gennaio 2012
Pagine 288
Prezzo: € 9,90
ISBN 978-88-566-2115-0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>