Presentazione di Fare i libri. Dieci anni di grafica in casa editrice.

di isayblog4 Commenta

Spread the love

Se entrare in libreria per voi vale più di cento ore di yoga, se sfogliare un libro risveglia non solo il senso della vista ma anche quello del tatto e dell’odorato, se avete sempre sognato di assistere alla nascita di un libro, dalla sua creazione su carta di quaderno fino alla rilegatura e al lancio sul mercato, allora Fare i libri. Cento anni di grafica in casa editrice farà al caso vostro.

Il libro, edito dalla casa editrice Minimum Fax, racconta la nascita di un’opera letteraria, le fasi di sviluppo e le scelte che portano alla realizzazione di un progetto che, da un’idea astratta, giunge a compimento entrando finalmente nelle librerie, e nei cuori, di tutti i lettori appassionati.

Come vengono le scelte le copertine di un libro e chi decide quali colori utilizzare nella grafica? Come viene scelto un font? Cosa si nasconde dietro al titolo di un’opera letteraria? A queste, e a molte altre domande, il lettore troverà finalmente risposta. Il libro, curato da Riccardo Falcinelli, accompagna il lettore in uno dei mondi più affascinanti e misteriosi: la casa editrice.

Godetevi la sinossi ufficiale del libro:

Chi l’ha detto che un libro non si giudica dalla copertina? In realtà la veste grafica è una parte importantissima di ogni progetto editoriale: la scelta dei colori, delle illustrazioni, dei caratteri di stampa, la disposizione dei testi all’esterno e all’interno connotano fortemente il libro, possono decretarne il successo o l’insuccesso, e senz’altro contribuiscono a creare la riconoscibilità di un editore.
Con questo volume minimum fax vuole accompagnare i suoi lettori in una visita guidata all’interno dell’«officina» dove si mette a punto il look dell’oggetto-libro: non solo l’art director, ma tutte le figure coinvolte nel lavoro editoriale raccontano in prima persona dieci anni di sviluppo della veste tipografica e dell’immagine coordinata della casa editrice. Spiegano i problemi affrontati e le soluzioni trovate, i criteri di politica editoriale che hanno guidato ogni singola scelta, gli espedienti tecnici che hanno funzionato meglio e – perché no? – anche gli errori di percorso.
È la storia illustrata di un decennio di attività creativa e di scambio di idee, la celebrazione della passione e della cura artigianale indispensabili per fare i libri; ma anche un utile strumento per chi voglia addentrarsi, da studioso o da profano, nell’affascinante universo del book design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>