Facciamo finta che non sia successo niente di Maddie Dawson

di Barbara Commenta

Se fate parte di un club del libro, Facciamo finta che non sia successo niente è quello che fa per voi. Il romanzo di Maddie Dawson è in uscita a fine luglio, per la Giunti e farà certamente discutere perché racconta una storia scandalosamente normale.

Ve la sintetizzo perché qui la sorpresa non sono i fatti, ma il modo in cui la scrittrice ce li racconta. Dunque, la protagonista è Annabelle. Ci racconta, in prima persona la storia della sua vita e del suo matrimonio. Pur avendo assistito alla separazione dei suoi, decide di sposarsi giovanissima e di credere nel matrimonio.

Il suo amore per Grant è un amore tranquillo, che, prevedibilmente, verrà scosso, proprio nei primi anni di matrimonio, dall’amore passionale e travolgente per Jeremiah. Un classico: la protagonista è divisa tra due uomini e noi lettrici fino all’ultimo non sapremo bene chi dei due ci piace di più o chi detestiamo di più. Perché allora questo romanzo è diverso dagli altri che raccontano storie d’amore?

Perché la Dawson analizza in maniera sottile il rapporto tra Annabelle e Grant. Mentre leggiamo, le nostre opinioni sull’evolversi della storia cambiano, perché emergono dettagli sempre nuovi. Le considerazioni sul matrimonio, su cosa lega due persone e cosa definisce un tradimento vi faranno davvero discutere.

Il finale, vi dirò, mi ha lasciata un po’ perplessa. E’ perfetto e coerente con la storia, intendiamoci. Forse mi aspettavo (o mi sono troppo abituata ad attendere) un colpo di scena, mentre Annabelle è una donna normale, con un matrimonio normale che lotta come tutte noi per andare avanti e per capire come e dove può essere felice.

Spero tornerete a darmi il vostro parere dopo aver letto il romanzo. Io devo continuare a pensarci su, perché, personalmente, non avrei salvato né il marito né l’amante.

Oh non sono ancora arrivata a quello che successe dopo. Vedete come sto tergiversando? Come ci giro intorno e ricordo tutte le piccolezze, quella stupida discussione con Grant che si comportava come un marito comprensivo, preoccupato? Ecco cosa faccio quando mi sento in colpa. Trasformo Grant in un uomo comprensivo e taccio sulle volte in cui rimaneva all’università fino a tardi e correggeva i compiti a casa, ascoltava la musica con le cuffie e non veniva mai a letto. Si dimenticava di portare il latte a casa, non si accorgeva che la disposizione dei mobili era diversa né che io avevo un nuovo taglio di capelli. Non mi prendeva per mano né mi guardava negli occhi, mai una volta. Per lui ero un mobile. E poi, quando ero triste, mi chiedeva se ero incinta.

Autore: Maddie Dawson
Titolo: Facciamo finta che non sia successo niente
Traduzione: Laura Melosi
Editore: Giunti
Anno: 2011
Pagine: 400
Prezzo: € 12,80
ISBN – EAN: 9788809763005

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>