Valerio Massimo Manfredi in libreria con “Il mio nome è nessuno”

di Valentina Cervelli Commenta

Quello con Valerio Massimo Manfredi è un appuntamento letterario che risulta essere interessante anche per tutti coloro che non sono propriamente appassionati di storia antica. E l’uscita di questo anno, “Il mio nome è Nessuno”, solo con la sua esistenza ci spiega il perché. E’ infatti possibile approcciare l’epica con sentimento e coinvolgimento.

Senza nulla togliere infatti all’epica ed emozionante avventura omerica, Valerio Massimo Manfredi ci porta in un mondo da sogno, nel quale possiamo riconoscerci con molta più facilità nell’eroe umano che Ulisse è stato. Il suo libro, in uscita oggi per la Mondadori, ci aiuta a portare il mondo classico ed un po’ “patinato”, passatemi il termine, dell’Odissea ad una dimensione più naturale e congegnale ad un pubblico del ventunesimo secolo.

La vita di Ulisse viene affrontata a partire dalla  nascita di Itaca e dalla sua formazione come uomo e soldato in compagnia del padre Laerte, alla conoscenza della bellezza di Elena di Troia ed all’amore per Penelope.  A livello tecnico letterario “Il mio nome è nessuno” è il primo di due volumi, e riguarda la vita di  “Odysseo” (il reale nome di Ulisse, N.d.R.) fino alla caduta di Troia. Valerio Massimo Manfredi affronta il libro mettendo in luce degli episodi e dei personaggi che non conoscevamo, ci porta a conoscere un mondo che ignoravamo, portandoci davvero in un’altra dimensione, grazie alla sua capacità descrittiva ed al suo classico stile. Per voi la sinossi:

La prima infanzia, la giovinezza e la formazione del guerriero, la guerra sotto le mura di Troia, l’amore e gli amori, il lunghissimo nòstos – il viaggio di ritorno a Itaca – tra mille insidie e incontri straordinari (da Polifemo alle Sirene, da Nausicaa a Circe a Calipso…), e ancora l’Ultimo Viaggio, uno dei più grandi enigmi della letteratura universale… Valerio Massimo Manfredi racconta l’eroe più grande passo per passo, attingendo all’immensa messe di miti e di storie che lo vedono protagonista e insieme dimostrando che il fascino assoluto da sempre esercitato da Ulisse è ancora più che mai vivo. Un romanzo straordinario: incalzante come i tamburi di guerra, tempestoso come il mare scatenato da Poseidone, pieno di poesia come il canto delle Sirene.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>