Terroni: il libro di Pino Aprile diventa un’App

di isayblog4 Commenta

Da libro, a caso editoriale fino a diventare un’App per iPad: ne ha fatta di strada Terroni, libro di Pino Aprile che, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, fa capolino sugli eReader in commercio analizzando un aspetto sociale che ancora fa discutere e divide il nostro paese, il conflitto tra Nord e Sud.

Da un ottimo successo editoriale ora Terroni approda anche nel settore digitale con una versione tutta da scoprire e che riserva notevoli sorprese. Il libro App contiene infatti, oltre al testo integrale del libro, anche delle immagini ad alta risoluzione, qualche contributo video e audio dell’autore, alcuni estratti dal film di Pasquale Squitieri “Li chiamarono… briganti” e offre inoltre al lettore la possibilità di trattare la versione per iPad come un libro cartaceo sottolineando, disegnando o evidenziando gli aspetti interessanti di ogni pagina grazie al block notes integrato.

Terroni si impegna ad analizzare le grandi contraddizioni che si respirano in ambito politico, all’interno delle aule di riunione dei nostri rappresentanti politici, e nelle piazze italiane, nella voce della gente. Pino Aprile, pugliese doc, affronta così la questione del Mezzogiorno, un aspetto vecchio come il mondo che ancora anima i dibattiti delle generazioni d’oggi e che ancora non trova risposta ma che, anzi, viene strumentalizzato dai partiti politici di oggi. Un’analisi interessante che aiuta gli italiani a comprendere meglio l’Italia come Paese unito e al tempo stesso frammentato da ideologie diverse, unPaese che ha bisogno di essere curato, guidato.

Terroni è un libro sul Sud e per il Sud, la cui conclusione è che, se centocinquant’anni non sono stati sufficienti a risolvere il problema, vuol dire che non si è voluto risolverlo. Come dice l’autore, le due Germanie, pur divise da una diversa visione del futuro, dalla Guerra Fredda e da un muro, in vent’anni sono tornate una. Perché da noi non è successo?

Per informazioni: www.edizpiemme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>