Storia dei Papi di John O’Malley

di Barbara Commenta

 Storia dei papi di John O’Malley è uno dei libri più belli che abbia letto in quest’ultimo anno e la collana della Fazi Campo dei Fiori, diretta da Vito Mancuso ed Elido Fazi, si sta rivelando sempre più preziosa.

La storia dei Papi, ammettiamolo, non è certo uno degli argomenti che ci solleticano di più o che possono convincerci a comprare un saggio.

Eppure O’Malley ne confeziona una piena di curiosità, non morbose, e alla portata di tutti. Con un linguaggio chiarissimo (niente termini tecnici a pié sospinto o latinorum eccessivo) ed uno stile alquanto disinvolto, ci racconta non solo la storia dei singoli papi, ma anche del papato stesso.

Il lettore scopre così che la tradizione che vuole molti papi martiri non corrisponde alla realtà dei fatti; che i cristiani non hanno mai vissuto nelle catacombe; che nel 1200 nessun cattolico sapeva di avere un Papa né tantomeno a cosa servisse.

Molti dei racconti che O’Malley riesce a tradurre con piglio avvincente sono conosciuti dai più, altri non lo sono affatto e in ogni caso il valore di questo saggio sta non soltanto nelle capacità divulgative del suo autore, ma del quadro d’insieme che riesce ad offrire.

Privo di malizia o di vis polemica, ricco di ironia e passione, Storia dei Papi sarà un regalo gradito per gli appassionati e una gustosa sorpresa per chi non si è mai avvicinato a temi simili.

Grazie a lui ora la chiesa era un’istituzione saldamente pubblica, imponente nella sua piena organizzazione, e sempre più capace di fornire servizi civili di varia natura. Costantino non solo fu il più grande patrono che la chiesa potesse avere, ma si preoccupò del suo benessere e agì di conseguenza. Costantino e il vescovo erano soci. Tuttavia, rimase irrisolto il dilemma su chi dei due fosse il socio di maggioranza.

Autore: John O’Malley
Titolo: Storia dei Papi
Traduzione di Stefania Salomone
Editore: Fazi
Collana: Campo dei fiori
Anno: 2011
Pagine: 376
Prezzo: € 19,50
ISBN 978-88-6411-283-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>