Ridere è una cosa seria, di Donata Francescato

di Barbara Commenta

 Quante volte abbiamo sentito dire o letto anche che ridere fa bene? Che gli effetti di una risata non sono soltanto psicologici, ma anche fisici perché mantengono elastico il visto e migliorano il tono delle rughe e regalano una vecchiaia piena di segni orizzontali sul viso e non verticali?

Da questo punto di vista, probabilmente, il libro di Donata Francescato non vi offrirà niente di nuovo agli addetti ai lavori, a parte una carrellata di studi interessanti sul tema e una serie di considerazioni interessanti sulla risata declinata al femminile rispetto a quella maschile. In realtà il bello di questo libro lo troviamo nella seconda parte.

Donata Francescato analizza i risvolti positivi della risata in situazioni concrete: nella coppia fa durare più a lungo l’amore, in medicina e nei percorsi psicoterapeutici accelera la guarigione, in politica aiuta a vincere le elezioni e via dicendo.

Un libro insomma curioso e secondo me utile, anche se, naturalmente, a noi lettori entrati nel 2012 può sembrare già datato visto che risale al 2003. Se però state studiando il tema o volete ragionare in modo diverso sul senso dell’ironia, dell’umorismo e della risata, sono sicura che vi piacerà.

I sostenitori dello humor in psicoterapia raccontano numerose storie di loro pazienti che sono drasticamente migliorati con l’uso di queste tecniche.
I critici sottolineano invece il potenziale distruttivo dello humor in psicoterapia. Fare dello spirito sarebbe particolarmente dannoso negli stadi iniziali di una terapia, perché potrebbe bloccare o sviare le associazioni libere del paziente, potrebbe far nascere nel paziente domande sul perché l’analista sta usando lo humor, distogliendo il paziente da se stesso.

Autore: Donata Francescato
Titolo: Ridere è una cosa seria
Editore: Mondadori
Anno: 2003
Pagine: 264
Prezzo: € 8,80
ISBN: 978880451976

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>