Libri in prestito con la tessera sanitaria in Toscana

di Giada Aramu Commenta

E’ sicuramente innovativa l’idea della Regione Toscana che, per alleggerire la burocrazia e far fruttare gli strumenti già esistenti, ha deciso di regalare una doppia valenza alla tessera sanitaria, la piccola tessera blu e azzurra che consegnamo in farmacia prima di acquistare i farmaci di cui abbiamo più bisogno e che, grazie a questa novità, potrà essere utile anche per ottenere in prestito i libri che vogliamo leggere.

La novità, già attivata e in fase di sperimentazione, farà sì che i cittadini toscani possano utilizzare la tessera sanitaria come quella bibliotecaria offrendo un accesso istantaneo e semplificato ai servizi del sistema bibliotecario regionale.

Grazie anche alla collaborazione con Unione Valdera, la sperimentazione è stata attivate per ben dieci biblioteche della rete Bibliolandia (www.bibliolandia.it): Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Crespina, Lari, Pontedera e Vicopisano. Con un click e gli stessi dati anagrafici, i lettori toscani potranno effettuare il loro accesso ai servizi virtuali e chiedere in prestito i testi preferiti, un’operazione resa semplice e immediata grazie anche all’aiuto dei biblitecari che stanno guidando i cittadini (anziani compresi) verso l’accesso virtuale illustrando le procedure più spinose.

Il progetto è stato attivato solo in Toscana e speriamo che questo venga presto importato in tutte le regioni italiane. Usare la tessera sanitaria per l’accesso virtuale e il prestito dei libri nelle principali biblioteche garantirebbe una scadenza più lunga della tessera, abolirebbe chili e chili di carta e potrebbe fare finalmente un po’ di ordine nel nostro portafoglio: se siete lettori voraci e amate prendere in prestito i volumi della biblioteca, vanterete sicuramente un’incredibile collezione di tessere di varie dimensioni e colori, materiali e spessori, un ventaglio di proposte cartacee spesso confuse con altre tessere o sgualcite a causa diun portafoglio troppo sottile o piccolo. Se abitate in Toscana e avete già approfittato della novità fateci sapere la vostra opinione!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>