KappaLab, i primi titoli disponibili in ebook

di Valentina Cervelli Commenta

La Kappalab ha reso disponibili in formato ebook i primi titoli della sua nuova collana. Parliamo di veri e propri classici per ragazzi che hanno visto in passato anche la trasformazione in cartone animato. Scopriamo insieme i titoli.

Parliamo di libri come Storie di fantasmi giapponesi di Yakumo Koizumi, Conan il ragazzo del futuro di Alexander Key, Walter Golden ed il bosco al di là del mondo di William Morris, Peline Story di Hector Malot e Il vascello maledetto di Salgari, ai quali si aggiunge il libro-gioco L’occhio della mente di Andrea Baricordi.  Quella della KappaLab è un’avventura nel mondo digitale che si pone l’obiettivo di catturare un pubblico giova e dinamico… ed i suoi genitori: non si tratterà di libri tradizionali ma è decisamente interessante la scelta dei titoli della casa editrice, a partire da Peline Story, fino ad arrivare a Conan, il ragazzo del futuro. Spesso, e questi due libri ce lo confermano, dimentichiamo che alla base di film e trasposizioni animate vi siano dei romanzi. Diamo uno sguardo più ravvicinato a queste prime uscite.

Peline Story e Conan, il ragazzo del futuro: chi è nato negli anni ’80 di sicuro ricorda gli anime giapponese che sono stati estratti dalle due storie. Nel primo romanzo siamo alla fine del 1800 e dopo la morte del padre la giovane Perrine deve lasciare l’India per raggiungere il nonno, cieco e misantropo. L’unica cosa che potrebbe cambiare questo carattere duro e indisponente sarebbe il ritorno del figlio, della cui morte non è a conoscenza. L’intera storia racconta dei tentativi da parte della ragazza di farsi amare dal nonno paterno sullo sfondo di una società in espansione che puntava all’uguaglianza ma che si apprestava ad essere ancor più divisa socialmente,

Nel secondo romanzo ci troviamo in un contesto post-apocalittico, una guerra mondiale disastrosa ha portato alla sommersione dei continenti. Terremoti e maremoti hanno lasciato poca terra emersa: solo quelle che una volta erano altipiani o vette molto alte. E’ un mondo inospitale e Conan, naufrago in un piccolo isolotto, sembra essere la chiave per la ricostruzione del mondo. Si tratta di una storia fortemente antimilitarista ed ecologista. Sarà possibile con semplicità ed amore ricostruire un mondo tranquillo in cui vivere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>