Il giorno in più: la nuova edizione fotografica

di isayblog4 Commenta

Il film tratto da Il giorno in più è uscito qualche giorno in tutte le sale cinematografiche e, anche grazie all’ultimo successo, i riflettori sono nuovamente puntati su Fabio Volo, dj, attore e scrittore italiano. In molti credono che il suo successo sia del tutto ingiustificato mentre altri attendono con ansia un suo nuovo libro. Schivo e discreto sul privato, Fabio Volo si nasconde dietro all’amore che racconta nei suoi libri e lascia agli altri, lettori e spettatori, la scelta di poter apprezzarre o no ciò che leggono e vedono.

Ma in fondo, poco importa se non tutti dimostrano di apprezzare lo scrittore: l’editoria ormai ne ha fatto un campione di vendite e la letteratura italiana contemporanea vanta di poter citare anche il suo nome.

Per questo motivo, tutti coloro che hanno amato il libro o che hanno apprezzato il film senza aver letto prima il romanzo, è possibile sfogliare un’edizione speciale de Il giorno in più che prevede l’inserimento di fotografie e immagini a colori scattate nelle città in cui il film si svolge. Luoghi pubblici, giardini, palazzi: tutti i punti più importanti sono stati fotografati dall’autore e inseriti nella nuova edizione, un modo per ricordare il luogo mostrato nell’adattamento cinematografico e prendere per mano la fantasia del lettore.

La nuova versione, appena accennata sul sito web della casa editrice Mondadori  mostra scorci di New York, Milano e Parigi tracciando mappe fotografiche e concettuale di un bacio, un sorriso, una lacrima. 

Avete visto il film o letto il romanzo dell’autore? Se siete andati al cinema senza aprire il romanzo pensate di farlo presto? Personalmente, avevo letto il libro l’anno scorso e ricordo di averlo apprezzato molto. La storia conquista il lettore senza nausearlo eccessivamente (cosa che spesso capita nei romanzi d’amore) e la storia, nonostante qualche volo aereo di troppo, risulta reale e plausibile soprattutto se inserito nel contesto odierno in cui i trentenni, presi dal lavoro e dall’affermazione personale, perdono l’abitudine di innamorarsi e guardarsi dentro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>