Giovanni Paolo II: Morris West aveva previsto tutto

di isayblog4 Commenta

Ricordo ancora il giorno in cui Karol Józef Wojtyła divenne Papa con il nome di Giovanni Paolo II e quanto suonarono curiosi il suo accento e la sua voce per noi italiani. Ben presto gli adulti cominciarono ad incuriosirsi alla sua storia, che noi bambini ascoltavamo con un certo stupore e senza comprenderla a pieno.

Il mondo dei lettori d’oltreoceano rimase invece decisamente stupito nello scoprire che un famoso scrittore australiano aveva previsto con una sorprendente corrispondenza di dettagli l’ascesa del vescovo polacco al soglio pontificio.

L’autore si chiamava Morris West e nel 1979 la Rizzoli pubblicò finalmente in lingua italiana, con il titolo Nei panni di Pietro, il romanzo The Shoes of the Fisherman, che risaliva al lontano 1963.

Nel suo libro, da cui poi è stato tratto il film L’uomo venuto dal kremlino, West descriveva la storia del prete russo Kiril Lakota, che dopo vent’anni di esilio e prigionia nei gulag, si ritrova suo malgrado ad assumere il governo del Vaticano, ma con un piglio completamente diverso dai suoi predecessori.

Per lui hanno la precedenza le persone, la pastorale. Cerca perciò un continuo contatto con la gente, organizza una serie di viaggi in tutto il mondo, non nasconde che il protocollo gli sta stretto.

Non vi racconterò tutti i dettagli perché è un romanzo che vale la pena leggere. Quello che posso dirvi è che, al di là dei dettagli storici o geografici, il Papa descritto da Morris West corrisponde, per carattere ed idee, a Giovanni Paolo II.

Come faceva West ad immaginare che i tempi erano maturi per un Papa proveniente dall’area comunista? Come faceva a sapere che avrebbe determinato, in alcuni campi, una grande apertura della Chiesa alla gente e che avrebbe segnato per sempre un’epoca?

West non era un mago. Era un uomo di grande cultura e di grande esperienza (aveva anche trascorso dieci anni in convento), come si può leggere nella sua autobiografia Il destino è nelle nostre mani. Aveva la capacità di cogliere i segni dei tempi, di mettere in relazione gli avvenimenti storici e politici.

In tutti i suoi romanzi West ha previsto una serie di cambiamenti e di eventi che si sono poi puntualmente verificati. Vi ho incuriosito abbastanza? Forse è arrivato anche per voi il momento di andare a caccia dei libri di questo grande scrittore.

[Photo Credit |reviewingbooksandmovies]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>