Festival dell’Inedito: la letteratura vista dagli emergenti

di Giada Aramu Commenta

Viene presentata oggi la prima edizione del Festival dell’Inedito, un’occasione per scoprire il piacere delle lettura e per avvicinarsi ad autori nuovi e storie mai lette, vicende scritte da penne inedite che il festival scoprirà e promuoverà sul territorio nazionale.

Il Festival dell’Inedito sarà dedicato a categorie diverse, dai romanzi alle poesie, dalle sceneggiature cinematografiche ai testi teatrali, dalle fiction ai format televisivi; generi sempre apprezzati in ogni campo e ricchi di talenti inespressi che meritano di essere scoperti e fatti conoscere al pubblico italiano.

Il Festival è aperto a tutti gli aspiranti autori che potranno partecipare presentando le proprie opere entro il 31 maggio inviando lo scritto al Comitato Lettori che leggerà lo scritto e sceglierà se farlo accedere alla seconda fase del programma, la fase espositiva e di reale partecipazione al Festival. Gli scrittori ammessi potranno infatti esporre il proprio scritto nella città di Firenze dal 26 al 28 marzo presso la Stazione Leopolda.

Durante il Festival, tutti gli scrittori potranno usufruire di:

– Poltroncine e postazione
– Tablet personale contenente l’opera
– Supporto espositivo con sinossi e biografia dell’autore
– Supporto identificativo (nome dell’autore e titolo del manoscritto) con la citazione della frase più intrigante dell’opera scelta dal Comitato Lettori al fine di attirare l’attenzione del pubblico

Tra tutti gli scritti presenti al concorso verranno selezionati i brani vincitori che potranno aggiudicarsi la pubblicazione gratuita delle opere presso una casa editrice italiana importante. Nel caso in cui vogliate partecipare vi inviatiamo a leggere attentamente le condizioni scritte nella sezione Come partecipare inserita nel menù di sinistra del sito web ufficiale del concorso.

Il Festival ci sembra sicuramente un’ottima occasione anche se i costi per partecipare al concorso ci sembrano forse un po’ troppo elevati (ad esempio, per la sezione prosa e poesia vi verranno chiesti 130 euro per la lettura di un’opera e 400 euro per accedere al Festival e a tutti i servizi).

Photo Credits | igorevich

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>