Presentazione di Limbo, di Melania Mazzucco

di isayblog4 Commenta

Torna in libreria la scrittrice Melania Mazzucco, autrice di Vita e apprezzatissima voce letteraria italiana. Il suo nuovo romanzo, Limbo, sarà pubblicato il prossimo 27 marzo con la casa editrice Einaudi, marchio editoriale torinese che si occuperà della pubblicazione e della distribuzione di un romanzo riflessivo, femminile e storico. Limbo racconta la storia di una donna speciale, una ragazza che deciderà di tornare nel nido familiare (un luogo per lei insicuro e ricco d’astio) dopo anni di assenza. Il suo ritorno svelerà ai cari una donna diversa, più forte e ormai ben collocata nel tessuto sociale ma che, nonostante le apparenze, dimostrerà di non aver ancora compreso a fondo il proprio passato.

Ecco la presentazione di Limbo, da LaFeltrinelli:

La vigilia di Natale, Manuela Paris torna a casa, in una cittadina sul mare vicino Roma. Non ha ancora ventotto anni. È assente da tempo, da quando è andata via – ancora ragazza – per fare il soldato. In fuga da un’adolescenza sbandata, dalle frustrazioni di una madre che cerca attraverso di lei il proprio riscatto e dalle lacerazioni della sua famiglia. Con rabbia, determinazione e sacrificio, Manuela si è faticosamente costruita la vita che sognava, fino a diventare sottufficiale dell’esercito e comandante di plotone in una base avanzata del deserto afghano, responsabile della vita e della morte di trenta uomini. Ma il sanguinoso attentato in cui è rimasta gravemente ferita la costringe a una guerra molto diversa e non meno insidiosa: contro i ricordi, il disinganno e il dolore, ma anche contro il ruolo stereotipato di donna e vittima che la società tenta di imporle. L’incontro con il misterioso ospite dell’Hotel Bellavista, Mattia Rubino, un uomo apparentemente senza passato e, come lei, sospeso in un suo personale limbo di attesa e speranza, è l’occasione per fare i conti con la sua storia. E per scoprire che vale sempre la pena vivere – perché nessuno, nemmeno lei, è ciò che sembra. Cronaca, affresco e diario, storia d’amore e di perdita, di morte e resistenza, spiazzante e catartico, Limbo si interroga anche, e ci interroga, su cosa significhi, oggi, essere italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>