Georges Simenon, la sua vita tra pseudonimi e gialli

di Valentina Cervelli 2

Nasceva il 13 febbraio del 1903 Georges Joseph Christian Simenon, il padre de “Il commissario Maigret“. Molti lo ricorderanno grazie ai propri genitori ed ai propri nonni per le trasposizioni televisive interpretate da Gino Cervi. Ma al pari di un Sherlock Holmes, il poliziotto in questione era nato come protagonista di una serie di libri, attualmente riproposti a prezzo decisamente accattivante dalla casa editrice italiana Adelphi.

La particolarità più importante di Simenon è quella di essere non solo un autore fantasioso ed accattivante con le sue opere, ma anche uno dei più prolifici in assoluto. La storia vuole infatti che questo scrittore fosse in grado di scrivere 80 pagine al giorno dei suoi manoscritti. E’ stimato in più di un centinaio di romanzi e racconti l’intero numero di pubblicazioni da lui raggiunte nel corso della sua vita e sotto diversi pseudonimi. Basti pensare, per averne una idea tangibile che la tiratura complessiva delle sue opere, tradotte in oltre cinquanta lingue e pubblicate in più di quaranta paesi in tutto il mondo, supera le settecento milioni di copie.

Dalla sua parte, va detto, oltre che un indubbio talento, George Simenon ebbe dalla sua la possibilità di lavorare come giornalista e scrittore fin dai sedici anni. Fu proprio a quell’età che iniziò a pubblicare le sue opere e raggiunse una certa notorietà nel settore. Fu proprio con il famoso commissario che negli anni 30, l’autore iniziò a firmarsi con il suo vero nome rinunciando ai propri pseudonimi.

Come scrittore, sebbene benvoluto dalla critica, non riuscì per la stessa a trovare una classificazione ben precisa.  La sua opera giallista è forse la meno ampia, eppure, a causa del successo delle sue storie di Maigret, è proprio per quelle che viene ricordato e classificato. Alla base di un ottimo scrittore, vi è sempre un buon lettore e gli scrittori che più influenzarono Simenon furono Dumas, Charles Dickens e Stendhal.

 

Commenti (2)

  1. Hi comprato un libro di Pupo e con grande sorpresa ho scoperto un Pupo scrittore davvero bravo!Vi consiglio il suo nuovo giallo “La Confessione”,veramente valido!

    1. non ci crederà mai ma sto proprio per parlarne oggi! 🙂 E’ stupefacente come alcune donne e uomini di spettacolo riescano a riuscire anche in campi di non propria competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>