Ecco i cinque finalisti del premio Strega 2012

di Valentina Cervelli Commenta

Emanuele Trevi ed il suo “Qualcosa di scritto” conducono la cinquina dei finalisti votati per il premio Strega 2012. Il romanzo edito dalla Ponte alle Grazie ha, infatti, guadagnato il plauso di ben 92 votanti. Seguono Gianrico Carofiglio,  e Il silenzio dell’onda (Rizzoli)  con 70 voti; Alessandro Piperno, con Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi (Mondadori) con 68 voti; Marcello Fois, Nel tempo di mezzo (Einaudi) con  64 voti e  Lorenza Ghinelli, con  La colpa (Newton Compton) a quota 38 voti.

Giunto alla 66esima edizione, questo evento attira l’attenzione di appassionanti del settore e non. Si tratta di uno dei concorsi nazionali con maggiore rilevanza nel campo internazionale della letteratura. La tensione, in attesa dei risultati è stata come sempre palpabile. Come ogni anno a causa dei numeri. Anche se con un pizzico di “preoccupazione in più. Quest’anno, a fare da variabile impazzita nelle statistiche vi erano anche i 30 ulteriori lettori voluti dal presidente del Premio Strega  Tullio De Mauro, che uniti ai 30 già voluti dal regolamento potevano e non poco cambiare le carte in tavola.

Voti completamente indipendenti, non legati a logiche editoriali e quindi difficilmente inquadrabili dagli “studiosi” del premio Strega. Persone alle quali poco interessa che un libro sia “figlio” di un premio ma che pensano solo ed esclusivamente alla bontà dell’opera ed alle capacità dello scrittore.

Emanuele Trevi è ovviamente felice del risultato raggiunto fino a questo momento. Ed ha commentato:

Credo abbia contato il fatto che si tratta di un libro di formazione, la storia di un ragazzo che impara a scrivere, va a lavorare in un posto particolare dove conosce Laura Betti. E lì dove c’è un ragazzo che impara qualcosa ci può essere un gancio, e non solo nel lettore giovane. Pasolini? Un uomo che non nascondeva il suo desiderio, un uomo libero.

L’appuntamento è ora con la finale prevista per il prossimo 5 luglio al Ninfeo di Villa Giulia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>