L’amore che ti meriti di Daria Bignardi, recensione

di Valentina Cervelli Commenta

L’amore che ti meriti” è il quarto romanzo di Daria Bignardi ed il primo letto da me. Ancora devo capire in quale ideale scaffale della mia libreria inserirlo, e non solo per via della fusione di più generi in un’unica soluzione.

La storia raccontata da Daria Bignardi in “L’amore che ti meriti” non è semplice da digerire. E’ una storia di grandi amori, ma anche di enormi sofferenze. Ed è impossibile non esserne attratti nella lettura. Viene spontaneo confrontarsi con i personaggi. Talvolta si ha voglia di gridare loro di fare le scelte giuste, di agire per il meglio, anche se non si può fare altro che rendersi conto che non si comporteranno mai nel modo che tu desideri. E la frustrazione, in storie come questa dove la droga è volente o nolente protagonista, è una delle sensazioni di maggiore presenza. E’ un libro che consiglierei a tutti comunque, a prescindere da quelli che sono i vostri gusti generali.

La storia che l’autrice racconta in questo suo quarto libro non è il racconto di vite facili, ma tutte sono unite, grazie a delle gravidanze, dal sottile filo della rinascita. Non ho nessuna intenzione di spoilerarvi il finale: “L’amore che ti meriti” è un viaggio che deve essere fatto da soli, con i propri tempi ed attenti ad apprezzare ogni singolo momento. Solo in questo modo si può assaporare nella sua totalità un romanzo di quelli che meriterebbero davvero di essere premiati. E chissà che non avvenga. In qualche modo lo speriamo davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>