Nei tuoi occhi di Nicholas Sparks, recensione

di Valentina Cervelli Commenta

Era davvero un bel po’ di tempo che non mettevo mano su un libro di Nicholas Sparks. O si è appassionati del genere o difficilmente a mio parere si riesce ad immergersi nel mondo difficile ed al contempo smielato che l’autore costruisce nei suoi libri.

E parlo da estimatrice de “I passi dell’amore” nonostante uno stile che non mi abbia mai fatto impazzire. Ho voluto provare a dare un’altra possibilità a Nicholas Sparks e devo dire che non me ne sono poi pentita a conti fatti. Lo ripeto, non è un genere di mio eccessivo gradimento da diverso tempo. E dopo  un po’ gli scrittori che si autoplagiano non mi fanno impazzire. Ma rimane comunque verità inoppugnabile che Sparks abbia una buona mano ed una mente ben organizzata ed in grado di partorire romanzi rosa tempestati di filosofia e destino a tal punto che se non gradisci la storia, finisci comunque per ammirare il modo nel quale è stata scritta ed il messaggio che sottintende.

In questo caso gli occhi sono coprotagonisti di Colin e Maria. E le scelte di intreccio prese da Nicholas Sparks pagano ampiamente la lettura di circa 500 pagine di storia. Chi ama lo scrittore di sicuro troverà “Nei tuoi occhi” un capolavoro. Chi ha “litigato” idealmente con lui come la sottoscritta di sicuro troverà lo strumento adatto per riavvicinarsi ad un mondo che (forse) aveva lasciato tanto tempo fa.  Se avete voglia e tempo quindi date una possibilità a questo romanzo d’amore mixato con un po’ di giallo: ne vale la pena.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>