Presentazione de La mamma del sole, di Andrea Vitali

di Giada Aramu Commenta

La mamma del sole, Andrea VitaliEsce per la casa editrice Garzanti, e la collana Elefanti Bestseller, l’ultimo romanzo di Andrea Vitali, un’opera che traccia ancora una volta i tratti principali dei suoi scritti, sempre densi di misteri e di cuoriose protagoniste femminili. Tra queste, nell’ultimo romanzo La mamma del sole, si staglia il personaggio inedito di Velia Berilli, ospite del Pio Ospizio San Generoso, dal quale è fuggita senza lasciare traccia. La donna, nel silenzio della sua vecchiaia, è riuscita a evadere dall’ospizio lasciando dietro di sé un’ondata di mistero: dove sarà andata la cara signora Berilli? E perché sono tutti alla sua disperata ricerca?

Ecco la presentazione del romanzo La mamma del sole:

La motonave Nibbio, vecchia gloria della Navigazione Lariana, sta effettuando il suo ultimo viaggio. A Bellano sbarca un’anziana donna: sta cercando il vecchio parroco, don Carlo Gheratti. Attraversa a fatica il paese arso dalla canicola estiva, prima di scomparire nel nulla. Quando arriva la notizia che manca una delle ospiti del Pio Ospizio San Generoso di Gravedona, sulle due rive del lago i carabinieri iniziano a indagare. Un secondo enigma segna l’estate del 1933. Dietro pressante richiesta del Partito e della Prefettura, i carabinieri devono raccogliere informazioni su una “celebre” concittadina, Velia Berilli, madre di quattordici figli, tra legittimi e illegittimi. Perché mai Velia Berilli è diventata così importante? Due misteri, insomma, cui si aggiunge un altro problema: in caserma si è rotto il vetro del bagno, e aggiustarlo non sarà semplice. Ancora una volta, le pagine di Vitali si animano di una piccola folla di protagonisti e comprimari: dall’equipaggio della Nibbio alle autorità locali, e poi don Gheratti, il sacrestano Bigé e la perpetua Scudiscia. Non possono mancare i carabinieri della locale stazione, vere star dei suoi romanzi: il maresciallo maggiore Ernesto Maccadò, l’appuntato Misfatti, il brigadiere Mannu e il carabiniere Milagra, che segue giorno dopo giorno, con indomita passione, i gloriosi trasvolatori della Seconda Crociera Atlantica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>