leonardo.it

Chicago: il progetto del nuovo American Writers Museum

 
Giada Aramu
1 luglio 2011
Commenta

Chicago American Writers Museum Chicago: il progetto del nuovo American Writers MuseumIl suo nome è Malcolm O’Hagan e sarà lui a costruire e a realizzare un grande sogno letterario. O’Hagan è un ingegnere irlandese con la passione per la letteratura, un amore così grande che l’ha spinto a voler realizzare nella bella Chicago un museo innovativo sulla letteratura americana. Nonostante sia già in pensione da un pezzo, niente è riuscito a far cambiare idea all’uomo che, in poco tempo, ha già realizzato la prima bozza di quello che sarà il primo museo dedicato agli scrittori americani.  

La scelta della città in fondo non è stata poi così difficile: Chicago ospita moltissimi centri culturali e biblioteche aperte quasi non stop, un polo attrattivo per la letteratura che qui ha visto nascere alcuni tra gli autori più famosi che la letteratura americana e internazionale ricordino, da Ernest Hemingway a Saul Bellow fino a Raymond Chandler. Un terreno fertile per un museo che ha affondato lì le sue prime radici quasi un anno fa con un sito web AmericanWritersMuseum.org e un feed Twitter già molto seguito.

Il progetto potrebbe costare circa 20 o 30 milioni di dollari, un investimento importante che potrebbe riconquistare la cifra investita in pochi anni grazie alle numerose esposizioni già in programma nel calendario di apertura e negli anni avvenire con mostre e iniziative pronte ad attirare molti appassionati di letteratura. Oltre alle sezioni dedicate alle mostre temporanee però, il museo conterrà spazi permanenti dove sarà possibile ammirare manoscritti, oggetti personali di molti scrittori, spazi multimediali, angoli dei poeti pià famosi (i magnifici poets’ corners), sale e giardini di lettura, spazi per le proiezioni, café, e uno spazio fiabesco tutto dedicato alla letteratura per bambini.

L’American Writers Museum aprirà le sue porte quest’anno con sorprese che ancora non sono state rese note al grande pubblico ma che, conoscendo l’orgoglio americano, non saranno sicuramente così difficili da immaginare!

[Photo Credits chicagotribune]

Articoli Correlati
YARPP
Salone del Libro di Torino: il nuovo Bookstock Village

Salone del Libro di Torino: il nuovo Bookstock Village

Si avvicina la nuova edizione del Salone del Libro di Torino, la fiera letteraria più attesa da tutti i lettori piemontesi, e iniziano a essere comunicate le prime novità e […]

Bookswap: il progetto ufficiale

Bookswap: il progetto ufficiale

In un momento di forte transizione per il mondo del libro, in bilico tra il futuro dell’e-book e il presente che ci trattiene con abitudini di carta, odori di stampa […]

La biblioteca del viaggiatore: il progetto narrativo

La biblioteca del viaggiatore: il progetto narrativo

E’ nato in rete un progetto davvero originale che merita adeguato spazio ed attenzione. La biblioteca del viaggiatore è come un grande scaffale virtuale di libri, una biblioteca di oltre […]

Elizabeth Gilbert annuncia un nuovo romanzo

Elizabeth Gilbert annuncia un nuovo romanzo

Dopo il grande successo letterario di Mangia, Prega, Ama e l’ultimo romanzo Giuro che non mi sposo, la storia di una donna indipendente e allergica al matrimonio; la scrittrice Elizabeth […]

Chicago: libri per le donne in carcere

Chicago: libri per le donne in carcere

In questi giorni a Chicago c’è grande fermento, cittadini e gruppi di volontari si stanno unendo per distribuire libri e cultura in uno dei luoghi che troppo spesso viene dimenticato […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento